La sauna è un piacere per il corpo e per la mente.
Se avete provato l’esperienza della sauna e conoscete tutti i suoi segreti, non potete più farne a meno, ma non volete condividere questo momento con sconosciuti, la soluzione è una sola: installarne una a casa!
 
Una volta presa questa decisione, la domanda che immediatamente si pone è: come sceglierla?
Qualche suggerimento e la risposta verrà da sè!

Sauna tradizionale o ad infrarossi


Prima di scegliere materiali e dimensioni, la prima decisione da prendere riguarda il tipo di sauna: meglio tradizionale o ad infrarossi?
 

:

 

TRADIZIONALE:

  • È energivora, consuma grandi quantità di energia rispetto ad una infrarossi
  • Il tempo di riscaldamento è tre volte superiore rispetto ad una infrarossi
  • La temperatura raggiunge senza difficoltà gli 85°
  • Il tasso di umidità è superiore a causa del vapore
  • Il montaggio è meno semplice rispetto ad una ad infrarossi
  • Può essere inserita all’interno o all’esterno senza difficoltà
  • È sconsigliata per chi soffre di problemi respiratori o cardiovascolari.

 
INFRAROSSI:

    • Le più potenti sono trifasiche
    • Si riscaldano 3 volte più velocemente rispetto ad una sauna tradizionale
    • La temperatura di aggira intorno ai 60°
    • Il tasso di umidità è inferiore rispetto a quella tradizionale
    • Il montaggio è più semplice
    • Si può scegliere tra una tecnologia in ceramica o in carbonio, anche se quella privilegiata è la ceramica
    • È adatta a chi soffre di problemi cardiovascolari o respiratori, reumatismi o lombalgia
    • È perfetta per gli amanti dello sport in quanto aiuta la rigenerazione di cicatrici, distorsioni, contusioni, ferite, infiammazioni o dolori muscolari

In entrambi i casi sarà possibile disporre di opzioni come la cromoterapia, l’aromaterapia o la musicoterapia.
Il numero di sdraio e la superficie dipendono dal vostro gusto e dagli spazi che avete a disposizione; maggiore spazio permetterà l’installazione di un numero maggiore di panche o sdraio.
 

MATERIALI

 
 
La maggior parte delle cabine sauna è completamente fabbricata con legno in grado di resistere agli sbalzi termici, come cedro o abete rosso, tremulo, betulla, abachi, hemlock o pino douglas, tutti molto densi, duri e ottimi per l’isolamento.
Il cedro rosso ha una maggiore durata e resta intatto negli anni.
 
Il legno viene utilizzato perchè rispetta la tradizione ed è naturale, ma soprattutto perchè offre diversi vantaggi quali:

    • Assorbimento: trattiene il vapore acqueo o contribuisce a mantenere l’aria della sauna asciutta, assorbe il calore e non si surriscalda
    • Proprietà irraggianti: fondamentali per creare il microclima all’interno della sauna.

CABINA

Una cabina perfetta deve misurare almeno 2 metri di lunghezze e 1,5 di larghezza (2 metri se volete sdraiarvi meglio).
Le saune finlandesi (tradizionali) hanno uno standard di 2 metri di altezza, misura ideale per offrire lo spazio necessario per muoversi evitando sprechi di calore.
Se ne trovano in commercio anche di più piccole, ma ricordate sempre che una cabina sauna ottima deve avere una superficie non inferiore ai 2 metri quadrati.
 
Altri elementi a cui prestare attenzione sono:

  • Porte: nelle saune tradizionali, l’altezza è pari a quella della cabina e larga 56cm, ma possono essere anche più strette per diminuire la dispersione termica.
  • Sono quasi sempre dotate di una vetrata isotermica e spesso sono costituite da ampie vetrate che consentono di evitare sensazioni di claustrofobia.
  • Panche: generalmente hanno una profondità variabile tra i 50 e i 70cm e sono poste a livelli differenti in modo da sfruttare la temperatura elevata che si trova al livello più alto.
  • Importante verificare che dimensioni e collocamento siano adatte alla cabina sauna scelta.
  • Stufa: la più adatta è una sauna con un carico di pietre vulcaniche superiore (dai 18 ai 20kg, ma alcune stufe arrivano ai 25 kg).
  • Sistema di areazione: se la sauna verrà posizionata in un ambiente privo di finestre, è fondamentale predisporre un condotto che direzioni l’aria viziata direttamente all’esterno.

 

CONSUMO ELETTRICO

 
La domanda che ci poniamo tutti quando pensiamo di scegliere una sauna è: quanto kw consumerà?
L’assorbimento energetico varia in base alle dimensioni della sauna, quindi la scelta dipenderà in prima istanza dal numero di persone che sfrutteranno questo angolo di pace e in seconda dal numero di volte che verrà utilizzata.
 
Per avere un’idea delle dimensioni, per due persone sdraiate, la cabina deve essere almeno 2 metri di lunghezza per 1, 5 metri di larghezza.
In un caso come questo, l’assorbimento di energia elettrica sarà intorno ai 4,5kw.
Considerando invece il numero di sessioni di sauna, facendo una valutazione su 1-2 sedute a settimana di circa un paio d’ore, il consumo da preventivare sarà di circa 3€ l’ora.
 
Considerate che la potenza della stufa è determinante per il consumo (da 3 a 9 kw). Vi suggeriamo l’utilizzo di una sonda collegata alla stufa, che verifichi la temperatura reale dello spazio sauna e permetta così di ridurre i costi di utilizzo.

PERSONALIZZAZIONE

 
Ultimi elementi da considerare sono i bisogni fisiologici, i gusti personali e gli accessori.
Se desiderate avere i benefici dell’aromaterapia, potete trovare in commercio oli essenziali che stimolano il benessere del corpo; per la cromoterapia potete far installare faretti luminosi con possibilità di regolare colore e intensità.
 
Esistono timer e clessidre per indicarvi il tempo di permanenza in sauna, schienali ergonomici, poggiatesta regolabili. Potete anche decidere di ricoprire le pareti della vostra sauna con sale himalayano!
Quest’ultimo elemento ha un unico vincolo: la vostra fantasia!!!
 


 

Che voi abbiate ancora dubbi o che siate già certi della vostra scelta, non vi resta che contattarci per avere finalmente un angolo di intimo relax!
Se avete bisogno di assistenza per la vostra vasca idromassaggio, sauna o il vostro bagno turco, una chiamata al 0113820735 o una mail a sevi@seviwellness.com risolverà tutti i vostri problemi.